La tutela del consumatore
 

la cagata imminente renziana del prox bollo auto!
1 | 2 | 3 |

the F.O. 5 Set 2017 21:41
Il concetto d'inquinamento è relativo!

Le Euro6, Euro5, producono un sacco di PM10 che è supercancerogeno ed
interagisce con il DNA mentre le Euro4 ed Euro3 erano il migliore punto
di equilibrio dato che non producevano PM10 e producevano SMOG che non
interagiva a livello di DNA.

Un SUV EURO 6 da 100 cavalli, consuma dieci volte più carburante di
un'utilitaria EURO3 da 60 cavalli!

Il bollo dovrebbe essere progressivo tenendo presente:

-La cilindrata: piu' elevata è la cilindrata, più solitamente sono alti i
consumi carburante e più più inquini.

-se ibrida od elettrica dovrebbero pagare un bollo minimo.



--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
RandomNick 5 Set 2017 23:06
"the F.O." <f.o@forward-observer.net> ha scritto:
> Il concetto d'inquinamento è relativo!
>
> Le Euro6, Euro5, producono un sacco di PM10 che è supercancerogeno ed
> interagisce con il DNA mentre le Euro4 ed Euro3 erano il migliore punto
> di equilibrio dato che non producevano PM10 e producevano SMOG che non
> interagiva a livello di DNA.
>
> Un SUV EURO 6 da 100 cavalli, consuma dieci volte più carburante di
> un'utilitaria EURO3 da 60 cavalli!
>
> Il bollo dovrebbe essere progressivo tenendo presente:
>
> -La cilindrata: piu' elevata è la cilindrata, più solitamente sono alti i
> consumi carburante e più più inquini.
>
> -se ibrida od elettrica dovrebbero pagare un bollo minimo.
>
>
>
> --
> -
> ---
> I molti partiti comunisti italiani
> che stanno a DX, al centro, a SX
> finiranno anche i denari di Draghi,
> il 31/10/2019
>
>
>

La soluzione migliore sarebbe inglobare il bollo nel prezzo del
carburante
come mi sembra si faccia in Germania. Più inquini e
più paghi.
--
Coiser 6 Set 2017 00:04
RandomNick <noreply@email.invalid> ha scritto:
>
>
> La soluzione migliore sarebbe inglobare il bollo nel prezzo del
> carburante
> come mi sembra si faccia in Germania. Più inquini e
> più paghi.
> --
>
>
È una soluzione troppo intelligente perché possa venire adottata
nel nostro paese.


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Morgan 6 Set 2017 00:53
Il 06/09/2017 00:04, Coiser ha scritto:
> RandomNick <noreply@email.invalid> ha scritto:
>>
>>
>> La soluzione migliore sarebbe inglobare il bollo nel prezzo del
>> carburante
>> come mi sembra si faccia in Germania. Più inquini e
>> più paghi.
>> --
>>
>>
> È una soluzione troppo intelligente perché possa venire adottata
> nel nostro paese.
>
>
> ----Android NewsGroup Reader----
> http://usenet.sinaapp.com/
>

Severo ma giusto.

--
Napo 6 Set 2017 08:01
Il 05/09/17 23:06, RandomNick ha scritto:

> La soluzione migliore sarebbe inglobare il bollo nel prezzo del
> carburante
> come mi sembra si faccia in Germania. Più inquini e
> più paghi.
>

La soluzione sarebbe la migliore!!!
Peccato che in Italia si è costretti ad usare il mezzo privato perché
non vi sono sufficienti ed efficienti servizi pubblici, tra l'altro
molto costosi.
Tra l'altro in Italia è tutto condizionato all'uso dell'auto privata:
scuole, lavoro, fare la spesa, ospedali, persino andare in chiesa.
Scuole: sono state accorpate e spesso bisogna fare chilometri per
portare a scuola i figli. Ogni scuola ha il suo orario di apertura e
chiusura che non coincide quasi mai con gli orari dei pochi mezzi pubblici.
Lavoro: ormai per lavorare bisogna accettare lavori molto distanti dalla
propria residenza e che magari sono in zone industriali poco servite da
mezzi pubblici o come solito con orari che non coincidono.
Fare la spesa: pochi hanno la fortuna di abitare vicino ad un centro
commerciale per dover usare l'auto. Anche perché andare tutti i giorni
per prendere due cose non conviene e quindi si fa la spesa grossa almeno
una volta a settimana e si è pieni di buste e sporte che rende
impossibile usare i mezzi pubblici, tanto meno la bici.
Ospedali: vengono anche questi accorpati e spesso sono in zone lontane
dal centro con pochi mezzi pubblici.
Le chiese: una volta c'era una chiesa in ogni piccolo paese quartiere,
anche quelle le chiudono e accorpano.
Ecco quindi la tassa sul consumo del carburante è una stupidata perché
non si usa l'auto solo per fare gite domenicali ma diventa necessità.
RandomNick 6 Set 2017 08:20
Napo <napo ******* it> ha scritto:
>
>
> Il 05/09/17 23:06, RandomNick ha scritto:
>
>> La soluzione migliore sarebbe inglobare il bollo nel prezzo del
>> carburante
>> come mi sembra si faccia in Germania. Più inquini e
>> più paghi.
>>
>
> La soluzione sarebbe la migliore!!!
> Peccato che in Italia si è costretti ad usare il mezzo privato perché
> non vi sono sufficienti ed efficienti servizi pubblici, tra l'altro
> molto costosi.
> Tra l'altro in Italia è tutto condizionato all'uso dell'auto privata:
> scuole, lavoro, fare la spesa, ospedali, persino andare in chiesa.
> Scuole: sono state accorpate e spesso bisogna fare chilometri per
> portare a scuola i figli. Ogni scuola ha il suo orario di apertura e
> chiusura che non coincide quasi mai con gli orari dei pochi mezzi pubblici.
> Lavoro: ormai per lavorare bisogna accettare lavori molto distanti dalla
> propria residenza e che magari sono in zone industriali poco servite da
> mezzi pubblici o come solito con orari che non coincidono.
> Fare la spesa: pochi hanno la fortuna di abitare vicino ad un centro
> commerciale per dover usare l'auto. Anche perché andare tutti i giorni
> per prendere due cose non conviene e quindi si fa la spesa grossa almeno
> una volta a settimana e si è pieni di buste e sporte che rende
> impossibile usare i mezzi pubblici, tanto meno la bici.
> Ospedali: vengono anche questi accorpati e spesso sono in zone lontane
> dal centro con pochi mezzi pubblici.
> Le chiese: una volta c'era una chiesa in ogni piccolo paese quartiere,
> anche quelle le chiudono e accorpano.
> Ecco quindi la tassa sul consumo del carburante è una stupidata perché
> non si usa l'auto solo per fare gite domenicali ma diventa necessità.
>
>
>

Allora preferisci pagare il bollo? Nessun incentivo per
modificare la mobilità quindi e premiare i comportamenti
virtuosi. Singolare questa posizione. L'unica vera obiezione
sarebbe a mio parere che il carburante in Italia è già così
tassato che non ci sarebbe spazio per altre imposizioni.


--
Fra 6 Set 2017 09:36
Il giorno martedì 5 settembre 2017 21:41:26 UTC+2, the F.O. ha scritto:

> Il concetto d'inquinamento è relativo!

Giura

Hai scoperto che gli interessa solo fare i soldi?
Ragnarok 6 Set 2017 11:09
Il 05/09/2017 21:41, the F.O. ha scritto:

> Un SUV EURO 6 da 100 cavalli, consuma dieci volte più carburante di
> un'utilitaria EURO3 da 60 cavalli!

Hai finito di drogarti?


> -se ibrida od elettrica dovrebbero pagare un bollo minimo.

Peccato viga il princio di capacità contributiva e se hai un'ibrida
significa che hai un pacco di soldi e puoi pagare pure il bollo triplo.


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ragnarok 6 Set 2017 11:11
Il 06/09/2017 00:04, Coiser ha scritto:

> È una soluzione troppo intelligente perché possa venire adottata
> nel nostro paese.

Poi quando ti raddoppiano il costo di ogni prodotto che trovi al
supermercato (perché in italia ogni cosa viaggia su strada) vedi com'è
intelligente..



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ragnarok 6 Set 2017 11:12
Il 06/09/2017 08:01, Napo ha scritto:

> Peccato che in Italia si è costretti ad usare il mezzo privato perché
> non vi sono sufficienti ed efficienti servizi pubblici, tra l'altro
> molto costosi.

Il problema non sono i mezzi privati.. Il problema sono le merci che
viaggiano tutte su strada...
Ma riuscite a fare un ragionamento fuori dal vostro orticello?


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ragnarok 6 Set 2017 11:14
Il 06/09/2017 08:20, RandomNick ha scritto:

> Allora preferisci pagare il bollo?

Preferisci pagare un chilo di pesche del supermercato (quelle di qualità
infima) 3 euro in offerta?


Nessun incentivo per
> modificare la mobilità quindi e premiare i comportamenti
> virtuosi.

Bisognerebbe prima raddoppiare le strade ferrate.. Sai quanto tempo ci
vuole? Sai quanti soldi ci vogliono? Sai cosa hanno fatto i politici con
quei soldi nel corso del tempo che ci sarebbe voluto per adeguare le
strade ferrate? E, soprattutto, sai cosa fanno gli italiani? Continuano
a votarli...

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
ilChierico 6 Set 2017 12:32
On 05/09/2017 21:41, the F.O. wrote:

> -La cilindrata: piu' elevata è la cilindrata, più solitamente sono alti i
> consumi carburante e più più inquini.

Boiata sesquipedale che non ha nemmeno bisogno di essere confutata. Per
non risponderti di peggio. Ma visto che non fai parte della politica, mi
limito a questo.

Chi volesse temperar le supposte, si provi a calcolare l'uso del
climatizzatore praticamente obbligatorio oppure la marcia a finestrini
aperti.

> -se ibrida od elettrica dovrebbero pagare un bollo minimo.

Al contrario, se vuoi tassare gli sprechi. Deciditi: cosa vuoi tassare?
ilChierico 6 Set 2017 12:34
On 06/09/2017 08:01, Napo wrote:

> Ecco quindi la tassa sul consumo del carburante � una stupidata perch�
> non si usa l'auto solo per fare gite domenicali ma diventa necessit�.

Leggi pure e considera (da solo, io non c'entro) l'ultima sentenza della
Cassazione sullo stato di necessita' riguardo il furto di energia elettrica.

Hop, hop, hop, la prossima volta che vai a votare di sicuro ci vai a piedi.

Parola di Suprema Corte.
ilChierico 6 Set 2017 12:35
On 06/09/2017 08:20, RandomNick wrote:

> Allora preferisci pagare il bollo? Nessun incentivo per
> modificare la mobilit� quindi e premiare i comportamenti
> virtuosi. Singolare questa posizione. L'unica vera obiezione

"Virtuosi?"

Per tutti quelli che avessero studiato un minimo, l'entropia
dell'Universo e' in continuo aumento.

Quindi non esistono "comportamenti virtuosi" o robe simili.
ilChierico 6 Set 2017 12:36
On 06/09/2017 11:14, Ragnarok wrote:

> Bisognerebbe prima raddoppiare le strade ferrate.. Sai quanto tempo ci
> vuole? Sai quanti soldi ci vogliono? Sai cosa hanno fatto i politici con
> quei soldi nel corso del tempo che ci sarebbe voluto per adeguare le
> strade ferrate? E, soprattutto, sai cosa fanno gli italiani? Continuano
> a votarli...

Sinceramente non mi sono mai servito troppo delle ferrovie, in questi
anni, ma da qui a lamentarmi per la mancanza di treni, ce ne corre.
ilChierico 6 Set 2017 12:39
On 06/09/2017 11:09, Ragnarok wrote:

> Peccato viga il princio di capacità contributiva e se hai un'ibrida
> significa che hai un pacco di soldi e puoi pagare pure il bollo triplo.

Letta sul sito di Quattroruote: se mi aumenti le tasse sull'auto per
convincermi a comprare un'auto nuova di cui non ho bisogno, ed io non ho
nemmeno i soldi per pagarti le tasse, dove i trovo i soldi per comprarmi
un'auto nuova?

E cosa votero' alle prossime elezioni, aggiungo io? (ambasciator non
porta pena).
the F.O. 6 Set 2017 17:46
Il Wed, 06 Sep 2017 11:09:47 +0200, Ragnarok ha scritto:

> Il 05/09/2017 21:41, the F.O. ha scritto:
>
>> Un SUV EURO 6 da 100 cavalli, consuma dieci volte più carburante di
>> un'utilitaria EURO3 da 60 cavalli!
>
> Hai finito di drogarti?
sniffa questo

fiat punto 1.2 60cv benzina euro3, 17,5km/l co2=136
<fonte wikipedia>

audi q5 2.0 250cv benzina euro6, 14.7km/l co2=154
<fonte alvolante>

opel mokka 1.4 140cv benzina euro6, 16.6km/l co2=140
<fonte al volante>


>
>
>> -se ibrida od elettrica dovrebbero pagare un bollo minimo.
>
> Peccato viga il principio di capacità contributiva e se hai un'ibrida
> significa che hai un pacco di soldi e puoi pagare pure il bollo triplo.
>
è la produzione di gas ad effetto serra da colpire, il parametro della
cilindrata e dei consumi, sono ottimi indicatori rispetto alla cagata
dell'Euro6



--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
spumarco@gmail.com 6 Set 2017 18:16
Il giorno mercoledì 6 settembre 2017 17:47:00 UTC+2, the F.O. ha scritto:
> Il Wed, 06 Sep 2017 11:09:47 +0200, Ragnarok ha scritto:
>
> audi q5 2.0 250cv benzina euro6, 14.7km/l co2=154
> <fonte alvolante>
LOL.... un frigorifero su 4 ruote con 250CV che pesa come un camion farebbe
14.7km/l???
Forse in 5, in discesa, con una vela sul tetto e il vento a favore....
the F.O. 6 Set 2017 18:32
Il Wed, 06 Sep 2017 12:32:25 +0200, ilChierico ha scritto:

> Boiata sesquipedale che non ha nemmeno bisogno di essere confutata. Per
> non risponderti di peggio. Ma visto che non fai parte della politica, mi
> limito a questo.
>
sniffati questo

fiat punto fire 8v 1.2 60cv benzina euro3, 17,5km/l co2=136g/km
<https://it.wikipedia.org/wiki/Fiat_Punto_(1999)>

opel agila 1.0 60cv benzina euro4, 16.6km/l co2=139g/km
<http://www.automoto.it/catalogo/opel/agila/10-12v-edition/30802>

audi q5 2.0 250cv benzina euro6, 14.7km/l co2=154g/km
<http://www.alvolante.it/news/nuovi-turbodiesel-audi-q5-190-163-cv-334925>

opel mokka 1.4 140cv benzina euro6, 16.6km/l co2=149g/km
<http://www.quattroruote.it/news/novita/2012/09/04/
i_valori_di_consumi_ed_emissioni.html>

kia sorento 2.2 crdi 200cv diesel euro6 15.4km/l co2=172g/km
<http://www.kia.com/it/modelli/sorento/consumi-ed-emissioni/?d=totauto>

kia soul 1.6 gdi 132cv diesel euro6, 14.9km/l co2=156g/km
<http://www.kia.com/it/modelli/soul/specifiche/>

alfa romeo giulia 2.9T v6 510cv euro6 12.1km/litro co2=189g/km
<http://www.alvolante.it/listino_auto/alfa_romeo-giulia>

--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
the F.O. 6 Set 2017 18:34
Il Wed, 06 Sep 2017 09:16:18 -0700, spumarco ha scritto:

> Il giorno mercoledì 6 settembre 2017 17:47:00 UTC+2, the F.O. ha
> scritto:
>> Il Wed, 06 Sep 2017 11:09:47 +0200, Ragnarok ha scritto:
>>
>> audi q5 2.0 250cv benzina euro6, 14.7km/l co2=154 <fonte alvolante>
> LOL.... un frigorifero su 4 ruote con 250CV che pesa come un camion
> farebbe 14.7km/l???
> Forse in 5, in discesa, con una vela sul tetto e il vento a favore....

LOL ;-)



--
-
---
I molti partiti comunisti italiani
che stanno a DX, al centro, a SX
finiranno anche i denari di Draghi,
il 31/10/2019
Ragnarok 6 Set 2017 18:51
Il 06/09/2017 12:36, ilChierico ha scritto:

> Sinceramente non mi sono mai servito troppo delle ferrovie, in questi
> anni, ma da qui a lamentarmi per la mancanza di treni, ce ne corre.

Non hai capito un *******

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ragnarok 6 Set 2017 18:53
Il 06/09/2017 17:46, the F.O. ha scritto:

>>> Un SUV EURO 6 da 100 cavalli, consuma dieci volte più carburante di
>>> un'utilitaria EURO3 da 60 cavalli!
>>
>> Hai finito di drogarti?
> sniffa questo
>
> fiat punto 1.2 60cv benzina euro3, 17,5km/l co2=136
> <fonte wikipedia>
>
> audi q5 2.0 250cv benzina euro6, 14.7km/l co2=154
> <fonte alvolante>
>
> opel mokka 1.4 140cv benzina euro6, 16.6km/l co2=140
> <fonte al volante>

Ma vai a cagare.


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
RandomNick 6 Set 2017 20:56
Ragnarok <ragnarok_@fastwebnet.it> ha scritto:
> Il 06/09/2017 08:20, RandomNick ha scritto:
>
>> Allora preferisci pagare il bollo?
>
> Preferisci pagare un chilo di pesche del supermercato (quelle di qualità
> infima) 3 euro in offerta?
>
>
> Nessun incentivo per
>> modificare la mobilità quindi e premiare i comportamenti
>> virtuosi.
>
> Bisognerebbe prima raddoppiare le strade ferrate.. Sai quanto tempo ci
> vuole? Sai quanti soldi ci vogliono? Sai cosa hanno fatto i politici con
> quei soldi nel corso del tempo che ci sarebbe voluto per adeguare le
> strade ferrate? E, soprattutto, sai cosa fanno gli italiani? Continuano
> a votarli...
>
> ---
> Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
> https://www.avast.com/antivirus
>
>

Come in tutti i settori quando li metti alle strette si
rinnovano.
Se non hanno incentivi continueranno a usare i
naftoni inquinanti. E non parlo di contributi a pioggia sul
prezzo carburante come avviene adesso ma di incentivi a innovare
per consumare meno così risparmi anche sul bollo oltre che sui
costi del carburante. Se lo fa il tuo concorrente lo farai anche
tu di sicuro se non vuoi cambiare mestiere.
--
Roberto Deboni DMIsr 6 Set 2017 21:59
On 06/09/17 08:01, Napo wrote:
>
>
> Il 05/09/17 23:06, RandomNick ha scritto:
>
>> La soluzione migliore sarebbe inglobare il bollo nel prezzo del
>> carburante
>> come mi sembra si faccia in Germania. Più inquini e
>> più paghi.
>>
>
> La soluzione sarebbe la migliore!!!

Farebbe pagare di piu' a chi inquina di piu'.

> Peccato che in Italia si è costretti ad usare il mezzo
> privato perché non vi sono sufficienti ed efficienti
> servizi pubblici,

Questo non vale in tutta Italia

> tra l'altro molto costosi.

Purtroppo dove sono piu' efficienti sono piu' costosi
(perche' manca la logica dell'incentivare comportamenti
virtuosi, ovvero finanziare prelevando sul risparmio
altrui grazie al comportamento virtuoso).
Dove sono "carenti" (il caso da lei citato di chi e'
costretto ad usare il mezzo privato), spesso la tariffa
e' politico (vedi caso sopra, ma senza una vera progettazione
del trasporto, piu' per fare scena con gli elettori di SX).


Precisato questo, non capisco l'apertura del paragrafo
con "peccato".
"peccato" de che' ?
Quale relazione ci vede tra "far pagare di piu' a chi
consuma/inquina" verso lo stato dei servizi pubblici ?

Se certuni, meno virtuosi, vedranno un sostanzioso aumento
dei costi su strada, non esiste solo l'alternativa del
mezzo pubblico, specialmente se manca.

Non ha neanche preso in considerazione l'ipotesi di
circolare con mezzi privati che consumano meno. Perche' ?

Per esempio, veicoli piu' efficienti, veicoli piu' leggeri,
veicoli che puntano sulla efficienza invece che sulla
potenza. Quella della pubblicita' alla potenza delle auto,
alle prestazioni grintose, e' una delle pubblicita' che
vieterei (insieme a tante altre che puntano ad indurre
comportamenti dannosi per la collettivita'/societa').
Chi vuole potenza, soddisfare i vizi, lo faccia pure,
ma che sia fatta pubblicita' di tali comportamenti, e'
inaccettabile, e non mi meraviglia che alla fine,
a prova del degrado morale tipico delle societa' fascistoidi,
che oggi si faccia anche la pubblicita' del vizio del gioco.

> Tra l'altro in Italia è tutto condizionato all'uso
> dell'auto privata: scuole, lavoro, fare la spesa,
> ospedali, persino andare in chiesa.
> Scuole: sono state accorpate e spesso bisogna fare chilometri per
> portare a scuola i figli.

Le scuole elementari erano a circa 500 metri da casa mia,
ma la scuola media si trovava a 1700 mt a piedi (e 2 km in
auto) e quella superiore a 3200 mt in bicicletta (e 3,5 km
in auto).
In famiglia non c'era l'auto, percio' dai 11 anni, ogni giorno
mi facevo 3,4 km a piedi con una pesante cartella (allora si
portavano libri "fisici" e ponderosi) e poi da 14 anni in
bicicletta ogni mattina (con una media di un incidente
all'anno perche' qualcuno apriva la portiera senza guardare,
lato strada, si badi bene, e se pioveva i freni erano poco
efficaci).
Come sono le distanze di cui oggi si lamenta ?

> Ogni scuola ha il suo orario di apertura e chiusura che non
> coincide quasi mai con gli orari dei pochi mezzi pubblici.

Ai miei tempi mi ricordo che il "comitato dei genitori"
aveva fatto spostare anche l'oraio dei bus (pero' lo usavo
poche volte, perche' non c'e' lo potevamo permettere).
Anzi, avevano fatto aggiungere un corsa al mattino ed una
a mezzogiorno. NB: senza politici tra i piedi.
Non riuscite a fare fronte comune per ottenere orari dei
bus piu' consoni ? Oppure siete tutti individualisti, a
disagio se dovete parlarvi e coordinarvi per rappresentare
esigenze comuni, ovvero avete la necessita' che intervenga
un "politico" ?

> Lavoro: ormai per lavorare bisogna accettare lavori molto
> distanti dalla propria residenza e che magari sono in zone
> industriali poco servite da mezzi pubblici o come solito
> con orari che non coincidono.

Sarebbe interessante una statistica ISTAT che ci dia dei numeri
di quanti sono questi "disgraziati". Sono tali da incidere sui
consumi nazionali, oppure (come e' mia esperienza locale), in
realta' i piu' sono semplicemente dei "pigroni" che vivono al
di sopra dei propri mezzi, cercando di scaricarne i costi
sulla collettivita' ?

> Fare la spesa: pochi hanno la fortuna di abitare vicino

Definire "vicino": 1000 metri, 2000 metri, 3000 metri, di piu' ...

> ad un centro commerciale per dover usare l'auto. Anche
> perché andare tutti i giorni per prendere due cose non
> conviene

A piedi o in auto non conviene ?
Ed in che senso "non conviene" ? Uso del tempo o energia ?

> e quindi si fa la spesa grossa almeno una volta a
> settimana

Ahiaa, vivete di surgelati ...

> e si è pieni di buste e sporte che rende impossibile
> usare i mezzi pubblici, tanto meno la bici.

Al contrario, e' piu' agevole l'uso della bici che i
mezzi pubblici quando si hanno tante buste e sporte.
Io mi faccio settimalmente la visita al grosso GDO a
circa 3 km di distanza per fare la spesa "risparmiosa".
Prima di tutto basta munirsi di delle borse di tela
pluri-uso (lei usa ancora le sportine di plastica,
spero di no - dimostrerebbe la necessita' anche in
Italia di un divieto assoluto per togliere il vizio).
Questo borse di tela, che ricevo omaggio nelle fiere e
convegni, sono disponibili anche di versioni con le
fasce lunghe, fatte apposta per tenerle a spalla,
cosi' da avere le mani libere mentre si gira per gli
stand della fiera. Questo uso a tracolla vale anche per
quando si va a fare la spesa.
Per quanto riguarda invece la roba "pesante" (bottiglie,
etc.) basta avere il portapacchi e prendere una scatola
di cartone robusto (quelle che vi danno se prendete
la verdura a "casse") da appoggiarci sopra. In questo
modo ci si puo' sistemare cio' che non e' agevole avere
a spalle (anche perche' urta la gamba mentre pedalate).
Se poi la spesa e' veramente tanta, esiste l'aggiunta
dello zaino (che chiunque ha l'hobby della montagna ha
nell'arma*****) e quello tiene l'equivalente da 2 a 3
grosse sporte, a seconda della misura.
Poi ci sono le borse laterali da appoggiare sul
portapacchi, ai lati della porta posteriore:

https://www.amazon.it/dp/B01LYYXT9R?ref_=ams_ad_dp_asin_img

Infine, per chi vuole proprio fare le cose alla grande,
c'e' il carrello al traino: due ruote con una asta che
si aggancia al tubo sotto il sellino.

Sono leggeri ma capaci di portare anche 40-50 kg

https://www.amazon.it/Duramaxx-biciclette-automatica-removibile-idropellente/dp/B00L9EAO6Q/ref=lp_968098031_1_9?s=sports&ie=UTF8&qid=1504727110&sr=1-9

https://www.amazon.it/vidaXL-Rimorchio-Oggetti-Carrello-Trasporto/dp/B06XCJ9B3F/ref=lp_968098031_1_7?s=sports&ie=UTF8&qid=1504727110&sr=1-7

Finora non ne ho sentito l'esigenza, ma ci sto faccendo
il pensierino. In Germania si dice: se c'e' la volonta',
si trova la soluzione. In Italia direi che vale invece:
non c'e' peggior sordo di chi non vuole sentire. ;-)

> Ospedali: vengono anche questi accorpati e spesso sono in
> zone lontane dal centro con pochi mezzi pubblici.

In ospedale, se per me, ci vado in taxi o in autobus.
Almeno per le volte che ci vado "dopo" non e' che posso
guidare.
E poi francamente, ci si spera di dovere andare poche
volte, ovvero nella mia vita, andare in ospedale non
fa in alcun modo "statistica" da dovere considerare
nella scelta del mezzo di locomozione.

> Le chiese: una volta c'era una chiesa in ogni piccolo
> paese quartiere, anche quelle le chiudono e accorpano.

La "sua" chiesa e' scomparsa ?
Da me non ci sono state queste "sparizioni", ma
suppongo che in campagna possa essere capitato.

> Ecco quindi la tassa sul consumo del carburante è una
> stupidata

No, e' una misura "equa", ben diversa da certe imposte
sui consumi elettrici, perche' serve ad indurre
comportamenti virtuosi (che nel caso dei consumi
elettrici invece vegnono "puniti", come l'installazione
di un impianto di riscaldamento a pompa di calore).

> perché non si usa l'auto solo per fare
> gite domenicali ma diventa necessità.

Frase senza senso, perche' forse si "vuole" indurre a
fare diventare di nuovo l'auto solo il mezzo da usare
principalmente per le "gite domenicali", come si fa
in paesi piu' civili e piu' ricchi (proprio grazie
a quei risparmi) dell'Italia, ma che di cui voi
(molti) italiani avete una percezione sbagliata del
tenore di vita, perche' siete pronti a guardare le
"Kate Middleton" e non l'operaio meccanico che
rappersenta la maggioranza della popolazione locale.

Insomma, continuate a vivere al di sopra dei vostri
mezzi (non importa se il vostro conto in banca e'
nero con tanti zeri, state consumando risorse
finanziarie che non vi spettano), nonostante che sia
evidente che questo "animale da soma" che va sotto il
nome di Italia, ha gia' due ginocchia a terra, ed
e' senza fiato.

E se non capite questo intervento, peggio per voi,
il risveglio sara' ancora piu' duro.
Roberto Deboni DMIsr 6 Set 2017 22:05
On 06/09/17 11:11, Ragnarok wrote:
> Il 06/09/2017 00:04, Coiser ha scritto:
>
>> È una soluzione troppo intelligente perché possa venire adottata
>> nel nostro paese.
>
> Poi quando ti raddoppiano il costo di ogni prodotto che trovi al
> supermercato (perché in italia ogni cosa viaggia su strada) vedi com'è
> intelligente..

A parte il fatto che i trasportatori hanno agevolazioni fiscali,
ma l'inasprimento, anzi l'eliminazione delle agevolazioni,
riporterebbe alla convenienza metodi di trasporto piu' efficienti
e meno inquinanti, oltre ad incentivare le vendite dei prodotti
locali. Gia' da alcuni anni, nella GDO vedo che le cassette
di frutta e verdura indicano produttori in provincia, mentre in
passato si vedevano nomi di province *****ionali anche per prodotti
tipici locali. Evidentemente gia' ora qualcosa si muove, gia' ora
ci sono maggiori costi.

Un colpo "duro" come spostare il bollo, senza agevolazioni, sui
carburanti, potrebbe riportare la frutta esotica a prezzi piu'
alti dei prodotti locali, come dovrebbe essere giusto (oggi un
chilo di banane a 75 centesimi al chilo ? ma possibile che le
mele costino di piu' ?).

Si ricorda spesso che ci sono agevolazioni ed incentivi anche per
il settore dei combustibili fossili (raffinerie, etc.) ed il
risultato sono queste "illogicita'". Oggi "consumare carburanti"
viene premiato (e pubblicizzato).
Roberto Deboni DMIsr 6 Set 2017 22:10
On 06/09/17 11:14, Ragnarok wrote:
> Il 06/09/2017 08:20, RandomNick ha scritto:
>
>> Allora preferisci pagare il bollo?
>
> Preferisci pagare un chilo di pesche del supermercato (quelle di qualità
> infima) 3 euro in offerta?
>
>
> Nessun incentivo per
>> modificare la mobilità quindi e premiare i comportamenti
>> virtuosi.
>
> Bisognerebbe prima raddoppiare le strade ferrate..

Niente affatto. Quella e' la tesi delle FFS e sue societa'.

Bisognerebbe aumentare la capillarita' delle strade ferrate:
- ripristinare le numerose linee dismesse
- costruire nuove linee ferroviarie tra *tutte* le citta' di
provincia ed i principali centri nelle province

E' cosi' che si contrasta il trasporto su gomma.

> Sai quanto tempo ci vuole?

Meno di quanto ci vuole per l'alta velocita'.
Molto meno.
Per quelle dismesse poi, meno di un anno.

> Sai quanti soldi ci vogliono?

Meno di una nuova superstrada (che si continuano a costruire).

> Sai cosa hanno fatto i politici con quei soldi nel corso
> del tempo che ci sarebbe voluto per adeguare le strade
> ferrate? E, soprattutto, sai cosa fanno gli italiani?
> Continuano a votarli...

Immagino Napo ...

In ogni caso, il passato non e' necessario si ripeta nel presente.

Ed in quanto al voto degli italiani, stiamo scrivendo per
cercare di cambiarlo. In alternativa, almeno potremo dire:
"ve lo avevamo detto che finiva male ..."
Roberto Deboni DMIsr 6 Set 2017 22:13
On 06/09/17 12:36, ilChierico wrote:
> On 06/09/2017 11:14, Ragnarok wrote:
>
>> Bisognerebbe prima raddoppiare le strade ferrate.. Sai quanto tempo ci
>> vuole? Sai quanti soldi ci vogliono? Sai cosa hanno fatto i politici con
>> quei soldi nel corso del tempo che ci sarebbe voluto per adeguare le
>> strade ferrate? E, soprattutto, sai cosa fanno gli italiani? Continuano
>> a votarli...
>
> Sinceramente non mi sono mai servito troppo delle ferrovie, in questi
> anni, ma da qui a lamentarmi per la mancanza di treni, ce ne corre.

"strada ferrata" non e' sinonimo di "treni" !!!

Quello che manca e' una rete capillare di binari !!!
Altro che "treni" !

Se ci sono i binari, poi ci pensano i privati a mettere i
treni sulle rotaie. Non e' un caso che l'autorita' competente
abbia riconosciuto, ad esempio, che Italo e' stato sabotato
dalle FSS per mezzo del suo braccio dell'armamento: RFI.

Il privato e' pronto a fare la sua parte. Ma quando ci sono
di mezzo gli espopri e l'uso del demanio, il compito spetta
al pubblico.
Roberto Deboni DMIsr 6 Set 2017 22:14
On 06/09/17 12:35, ilChierico wrote:
> On 06/09/2017 08:20, RandomNick wrote:
>
>> Allora preferisci pagare il bollo? Nessun incentivo per
>> modificare la mobilit� quindi e premiare i comportamenti
>> virtuosi. Singolare questa posizione. L'unica vera obiezione
>
> "Virtuosi?"
>
> Per tutti quelli che avessero studiato un minimo, l'entropia
> dell'Universo e' in continuo aumento.
>
> Quindi non esistono "comportamenti virtuosi" o robe simili.

Un comportamento "meno entropico" e' per definizione virtuoso.

Non tenti la carta del "tutti evasori, nessuno evasore",
qua, con molti, non funziona piu'.
asetofsymbols@gmail.com 6 Set 2017 23:03
Infatti si dice che le polveri prodotte dalle nuove marmitte siano + fini (=>
più pericolose) delle vecchie euro 0...
Ragnarok 6 Set 2017 23:06
Il 06/09/2017 20:56, RandomNick ha scritto:

> Se non hanno incentivi continueranno a usare i
> naftoni inquinanti. E non parlo di contributi a pioggia sul
> prezzo carburante come avviene adesso ma di incentivi a innovare
> per consumare meno così risparmi anche sul bollo oltre che sui
> costi del carburante. Se lo fa il tuo concorrente lo farai anche
> tu di sicuro se non vuoi cambiare mestiere.

Tu non sai di cosa parli.



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Roberto Deboni DMIsr 7 Set 2017 06:09
On 06/09/17 11:12, Ragnarok wrote:
> Il 06/09/2017 08:01, Napo ha scritto:
>
>> Peccato che in Italia si è costretti ad usare il mezzo privato perché
>> non vi sono sufficienti ed efficienti servizi pubblici, tra l'altro
>> molto costosi.
>
> Il problema non sono i mezzi privati.. Il problema sono le merci che
> viaggiano tutte su strada...

Quasi la meta' dei consumi di carburanti e' dovuto dai privati.
(fonte: Ministero dello Sviluppo Economico, dati 2016)
Come la mettiamo ?

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La tutela del consumatore | Tutti i gruppi | it.discussioni.consumatori.tutela | Notizie e discussioni consumatori | Consumatori Mobile | Servizio di consultazione news.