La tutela del consumatore
 

E se gli africani fossero loro ad essere invasi da immigrati

Roberto Deboni DMIsr 26 Set 2017 13:51
E se gli africani fossero loro ad essere invasi da immigrati,
come pensate che si comporterebbero ?

Ecco la risposta, di un luogo che e' un po' meglio del
resto dell'Africa, ma di cui hanno il controllo, cioe'
sono "i padroni":

<http://news.bbc.co.uk/2/hi/africa/7396868.stm>

"A crowd of local people attacked migrants from
Mozambique, Malawi and Zimbabwe, telling them to leave."

"Two people were killed and about 40 injured
during the attack on Sunday."

E notare, il Sud Africa e' grande quattro volte l'Italia
ed ha solo 55 milioni di abitanti (di cui solo 4,9 milioni
sono bianchi, che appaiono "neutrali" in questo scontro),
ovvero 42 abitanti/kmq.

Gli "ospitati" si devono attendere il furto del loro
denaro ed ogni possedimento, lo ******* delle donne,
di essere picchiati, ed anche la morte.

Peraltro non paiono essere molto "svegli", vista
la domanda:

"We don’t know why they are chasing us away.
They didn’t give us any warning."

Ovviamente qui non possono chiamarlo razzismo (anche
se i buonisti "fremono" di usare quella parola) perche'
sono neri che aggrediscono neri, e quindi finalmente
usano il termine corretto: xenofobia.

"I believe that xenophobia exists in South Africa,"
she says.

Bella scoperta! Ed e' un sentimento comune in tutto
il mondo quando arrivano crumiri in massa e criminali:

"... say the foreigners are taking local jobs and
contributing to crime."

Solo che se questa situazione si crea con "bianchi"
da una parte e "neri" dall'altra, saltano subito
fuori i manipolatori gridando "al razzismo".

<http://www.nytimes.com/2008/05/23/world/africa/23safrica.html?_r=1&ref=africa&oref=slogin>

"As soon as he can, Mr. Mgawa intends to leave the country,
part of a stunning reverse migration of foreigners desperate
to return to Malawi, Mozambique, Zimbabwe and elsewhere.
More than a week of anti-immigrant violence has left 42 dead,
the police said. The violence continues sporadically,
and on Thursday the military joined the police in trying to
quell the attacks."


L'unico risultato certo della i*****zia di chi crede che
l'altruismo e la tolleranza si possono imporre con la forza
dei prefetti, o di uno Stato di Polizia, e' stato quello di
portare (in Germania) milioni di voti di al partito di
destra (AFD).
Voglio scommettere che lo stesso accadra' in Italia.
E forse solo a quel punto molti iscritti e politici
del PD si domanderanno se qualcuno li ha strumentalizzati
per ottenere il risultato di spostare voti alla destra.
Sara' interessante vedere se il PD ci sara' ancora
nel 2025 oppure se il sig.Renzi ed amici militerano
ancora nel PD:
Archaeopteryx 26 Set 2017 14:04
> L'unico risultato certo della i*****zia di chi crede che
> l'altruismo e la tolleranza si possono imporre con la
> forza dei prefetti, o di uno Stato di Polizia, e'
> stato quello di portare (in Germania) milioni di voti
> di al partito di destra (AFD).

Peccato che ti sei reso antipatico a tutti perché anche
quando dici cose giuste, e non è poi raro, vieni
contestato a prescindere. Apprezzo la tua sintesi, io
avrei usato il quadruplo delle parole :D

> Voglio scommettere che lo stesso accadra' in Italia. E
> forse solo a quel punto molti iscritti e politici del
> PD si domanderanno se qualcuno li ha strumentalizzati
> per ottenere il risultato di spostare voti alla destra.
> Sara' interessante vedere se il PD ci sara' ancora nel
> 2025 oppure se il sig.Renzi ed amici militerano ancora
> nel PD:

Non credo accadrà mai. Già adesso sinistre e chiesa stanno
limando le loro posizioni e iniziano a fare dei distinguo.

Con l'identico meccanismo degli ottanta euro di Renzi
(identico perché di tasse se ne sono andate via di più, e
allo stesso modo il prezzo sociale si pagherà con gli
interessi) la gente crederà alle promesse di maggior
rigore (mentre ci vorrebbe un ripensamento globale, in
stile australiano, della cosiddetta accoglienza) e i voti
che avrebbero perso in Germania, paese di gente seria e
che non dimentica, qui saranno poca cosa.

Sicuramente i partiti buonisti dell'accoglienza perderanno
qualcosina ma tanto recupereranno con singole coalizioni
con opposizioni appena meno deboli, su progetti specifici.

Siamo finiti, un paese finito non si può risollevare
perché non ce ne sono più le basi socioeconomiche.


--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
Roberto Deboni DMIsr 26 Set 2017 22:16
On 26/09/17 14:04, Archaeopteryx wrote:
>> L'unico risultato certo della i*****zia di chi crede che
>> l'altruismo e la tolleranza si possono imporre con la
>> forza dei prefetti, o di uno Stato di Polizia, e'
>> stato quello di portare (in Germania) milioni di voti
>> di al partito di destra (AFD).
>
> Peccato che ti sei reso antipatico a tutti perché anche
> quando dici cose giuste, e non è poi raro, vieni
> contestato a prescindere. Apprezzo la tua sintesi, io
> avrei usato il quadruplo delle parole :D
>
>> Voglio scommettere che lo stesso accadra' in Italia. E
>> forse solo a quel punto molti iscritti e politici del
>> PD si domanderanno se qualcuno li ha strumentalizzati
>> per ottenere il risultato di spostare voti alla destra.
>> Sara' interessante vedere se il PD ci sara' ancora nel
>> 2025 oppure se il sig.Renzi ed amici militerano ancora
>> nel PD:
>
> Non credo accadrà mai. Già adesso sinistre e chiesa stanno
> limando le loro posizioni e iniziano a fare dei distinguo.
>
> Con l'identico meccanismo degli ottanta euro di Renzi
> (identico perché di tasse se ne sono andate via di più, e
> allo stesso modo il prezzo sociale si pagherà con gli
> interessi) la gente crederà alle promesse di maggior
> rigore (mentre ci vorrebbe un ripensamento globale, in
> stile australiano, della cosiddetta accoglienza) e i voti
> che avrebbero perso in Germania, paese di gente seria e
> che non dimentica, qui saranno poca cosa.
>
> Sicuramente i partiti buonisti dell'accoglienza perderanno
> qualcosina ma tanto recupereranno con singole coalizioni
> con opposizioni appena meno deboli, su progetti specifici.
>
> Siamo finiti, un paese finito non si può risollevare
> perché non ce ne sono più le basi socioeconomiche.

Oggi l'Italia non e' altro che una unica Montegrano:

http://montegranorevolution.weebly.com/montegrano.html

Quanto e' triste oggi leggere la protesta:

"L'economia di Montegrano a suo parere è destinata a non
imboccare vie alternative rispetto allo stato in cui
versava nel 1955. Il politologo prevedeva questo, e su
questo non si sarebbe mai ricreduto."

"Considera arduo che, dal volgere della struttura economica
verso condizioni più favorevoli, traggano vantaggio le
relazioni collettive."

"Ritiene che pian piano, nel tempo, siano divenuti come
tralci secchi di una vite; così l'isterilimento dei
vincoli comunitari ed il conseguente individualismo,uniti
all'indifferenza verso una cultura della collaborazione
e ad una mutua mancanza di fiducia tra le classi sociali
sono la “patologia” che affligge Montegrano."

Gia', "collaborazione e fiducia tra le classi sociali" ?
L'Italia *splende* per la sua "collaborazione e fiducia"
tra le classi sociali!!!

La prima volta che ho letto Banfield, pochi anni fa, e'
stata per me come una rivelazione! Per cinquantanni mi
sono scontrato, come un Don Chisciotte, contro una
mentalita "autolesionista ed autodistruttiva e fatalista"
che non capivo. L'osservazione di Banfield mi ha dato un
modello che ricalca alla perfezione cio' che, all'inizio
in modo "soffice" avevo riscontrato nella mia vita e
nelle mie amicizie (quante discussioni sul fatto che e'
giusto pagare le tasse ...) ricontravo, ma ancora piu'
duramente (dati i pesanti risvolti economici delle
truffe), nella vita di condominio (una occasione in cui
molti hanno l'occasione di "impattare" con persone che non
frequenterebbe mai altrimenti, per diversita' di interessi
e motivazioni), tutti i giorni. La fatica estrema con cui
dovevo "convincere" con una assidua frequentazione le
varie famiglie per tenerle unite nello scopo di una
buona amministrazione, per raccogliere le firme per
difendere il condominio dai continui assalti di
truffatori dall'esterno, anche istituzionali, della
costante mediazione per sanare i conflitti che avrebbero
sfasciato la fragile maggioranza, ma dopo 20 anni di
questo stressante attivita', e' bastato che
avere la distrazione di gravi problemi in famiglia
(e la carenza di collaborazione dei molti che hanno
tratto vantaggio da una amministrazione onesta, anche
se qualcuno credeva di avere pagato il non dovuto (*)
a causa di un genitore anziano malato, perche' tutto
"esplodesse" nel giro di un paio di anni. Oggi sono
tutti contro tutti, ed i truffatori ci hanno gia'
portato via a testa come minimo dai 5000 ai 10000 euro,
a seconda del valore della proprieta'. Proprio la
societa' descritta dal Banfield.
(*) ma poi, avendo vinto, si e' trovato negli anni
successivi quote e danni ben superiori a quello di
cui si era lamentato (non e' possibile fare l'amministratore
onesto senza imputare ad ognuno il suo, lo velete capire ?!)


Lei scrive di partiti e di coalizioni, ma non si avvede,
senza volerlo, di cadere nel presupposto che fa parte
dell'essere italiano "alla Banfield", cioe', come oggi
appare, della maggioranza della popolazione italiana:

"solo i pubblici ufficiali si occuperanno degli affari
pubblici, perché pagati per farlo, i cittadini non se ne
occuperanno e se lo facessero verrebbero mal visti;"

Capisce ? I "pubblici ufficiali" in questo caso sono
"i partiti", ovvero gli unici che a suo parere hanno
in mano il destino del paese.

Consideri invece l'ipotesi rappresentata in passato da
M5S (oggi o dei dubbi). Sono i cittadini che si incontrano
tra di loro (seppure nel modo "pigro" di sedersi ad un
collegamento di rete), che scelgono i nomi e poi fanno
campagna (molti sempre seduti in poltrona, ma alcuni
girando tra famiglie ed amici) per farli eleggere.
E' questo l'approccio "non-familista": se i
"pubblici ufficiali" fanno male, *vanno scavalcati*!
NON SONO STATI MESSI LI' DAL CREATORE! Punto.

Ma non facciamoci ingannare, il consenso ottenuto da M5S
non rappresenta il numero di italiani "non-familisti".
Una buona fetta (la maggiore ?) dei voti ricevuti da M5S
e' voto di protesta di persone che sono e restano con
una mentalita' familista. E che semplicemente hanno visto
un "vantaggio", applicando percio' l'altro credo:

"nessuno perseguirà l'interesse comune, salvo quando ne
trarrà un vantaggio proprio"

Sia chiaro, probabilmente in tutto il mondo, gli
anti-familisti non sono mai la maggioranza, ma se il loro
numero scende sotto una soglia critica, non c'e' modo di
strappare i familisti dal loro destino corruttore.

Che sia "corruttore" lo dimostra come quella che era la
situazione di Chiaromonte/Montegrano, e' dilagata in tutta
l'Italia, penetrando anche nelle fasce sociali settentrionali.


Il pessimismo di Banfield e' ben sostenuto dai fatti.
C'e' un modo solo per "strappare" la societa' da una
tale inedia, ed e' quella della educazione dei bambini,
che invece sono letteralmente viziati nelle societa'
familiste.

Quella fondamentale e' l'educazione civica che era stata
introdotta nel 1958 in ultimo da Aldo Moro e dai
democratici-liberisti approffitando dello stato "rintronato"
della societa' familista a seguito della dura sconfitta della
seconda guerra mondiale, e sicuramente grazie all'appoggio
morale e materiale degli "occupanti" alleati.

Ma dal 1979 la societa' della corruzione ritorna "in se'"
e l'ingenuita' della debole civicita' della maggior parte
non si accorge del pericolo, quando viene relegata solo
alla terza media. Nel 1985 viene spostata dal docente di
storia (che forse aveva i maggiori elementi, usando la
memoria storica, per convicere "perche'" era cosa buona
e' giusta insegnare certi principi di convivenza) con anche
la geografia, come se fosse una materia di curiosita' di
modi diversi di vivere. Nel 1998 si riduce ad una
proposita di "un ora mensile" (sic!), dopo avere
abrogato le regole precedenti. Ma sicome cade il governo
che doveva scrivere la nuova (blanda) regola, di fatto
l'educazione civica sparisce. Intorno al 2010 vediamo i
primi risultati nelle prime generazione che raggiungono
la maggiore eta': debosciati morali della societa', il
primo passo verso il familismo "amorale" (prima la
"morale" sociale si indebolisce e poi alla fine
scompare). Questo ha fatto cessare l'apporto di quel
piccolo, ma essenziale, afflusso di anti-familisti nella
societa' italiana. Ed anche negli anziani, la vena
familista e socialmente amorale ha tirato fuori la
sua brutta testa.

Sui giornali di oggi, ecco il risultato!

PS: il disastro finanziario dei famosi "derivati" (2008 in
poi) e' potuto esserci solo perche' le vittime erano familisti
amorali. Il volere un tasso piu' alto a tutti i costi, e nel
contempo affermare che sia possibile averlo senza rischi,
denota proprio una infezione da logica familista amorale.

L'esplosione del fenomeno del bullismo nelle scuole e'
un segno visibile della mancanza di una morale collettiva.
Quando leggo che il problema si dovrebbe affrontare
"curando" i bulli oppure "reprimendo" la violenza, mi viene
riemp di sconforto. Perche' non potra' mai funzionare. (il bullo
curato vivra' meglio, ma il problema sociale non scompare,
ci sara' un altro a sostituirlo)
Il vero meccanismo che ferma il bullismo e' la disapprovazione
del gruppo. Se invece di avere un cerchio incitante, il bullo
si trova circondato da ragazzini che lo invitano a smettere,
ed alla peggio, gli bloccano le bracce, finche' non capisce,
il fenomeno sparisce come neve al sole.
Cio' che e' accaduto nell'Italia di Mussolini e nella Germania
di Hitler e' alla fine possibile solo perche' i "ragazzini"
fanno finta di niente o peggio, formano maree inneggianti.

E quello che oggi resta della educazione civica, e' solo
una farsa fascistoide peraltro ignorata dai piu' degli
insegnanti.
Morgan 26 Set 2017 23:03
Il 26/09/2017 14:04, Archaeopteryx ha scritto:

>
> Siamo finiti, un paese finito non si può risollevare
> perché non ce ne sono più le basi socioeconomiche.
>
>

Questo io lo dico da anni e anni e anni ;-)

--

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La tutela del consumatore | Tutti i gruppi | it.discussioni.consumatori.tutela | Notizie e discussioni consumatori | Consumatori Mobile | Servizio di consultazione news.