La tutela del consumatore
 

Reclamo formale per mancata consegna posta. E poi?

Luca85 29 Ago 2017 09:53
In agosto non mi è arrivata la posta per un mese. Sono abbonato a dei
settim*****i quindi me ne accorgo bene.

Ho fatto formale reclamo tramite l'apposito modulo predisposto da poste
italiane. Come l'avevo già fatto quando a novembre 2016 avevano interrotto il
servizio per un mesetto.

Quel che volevo capire è... Cosa succede ora? Alle Poste arriva una qualche
sanzione? Le violazioni degli standard di qualità cosa comportano loro?
WNC2 29 Ago 2017 09:57
Il 29/08/17 09:53, Luca85 ha scritto:
> In agosto non mi è arrivata la posta per un mese. Sono abbonato a dei
settim*****i quindi me ne accorgo bene.
>
> Ho fatto formale reclamo tramite l'apposito modulo predisposto da poste
italiane. Come l'avevo già fatto quando a novembre 2016 avevano interrotto il
servizio per un mesetto.
>
> Quel che volevo capire è... Cosa succede ora? Alle Poste arriva una qualche
sanzione? Le violazioni degli standard di qualità cosa comportano loro?
>


Dubito proprio che gli arrivi una qualche sanzione perché qualcuno
"dice" che non gli è arrivata una rivista, anche se ovviamente è la pura
verità.

Probabilmente faranno qualche verifica interna lungo la catena
distributiva, anche se mi viene da pensare che nel 90% dei casi la
negligenza è del postino finale.

Sono sicuro inoltre che hai verificato che non ci sia il modo da parte
di qualcuno di rubarti i settim*****i dalla posta, che molto spesso
essendo delle pubblicazioni voluminose vengono piegate e lasciate metà
fuori metà dentro la cassetta postale.....
Luca85 29 Ago 2017 10:29
On Tuesday, August 29, 2017 at 9:57:23 AM UTC+2, WNC2 wrote:

> Dubito proprio che gli arrivi una qualche sanzione perché qualcuno
> "dice" che non gli è arrivata una rivista, anche se ovviamente è la pura
> verità.

Da quel che leggo sui quotidiani locali non arriva nulla a nessuno. Anche
perché non mi sono arrivate neanche bollette, fatture, e altra roba che, seppur
sporadicamente, arriva.

> Probabilmente faranno qualche verifica interna lungo la catena
> distributiva, anche se mi viene da pensare che nel 90% dei casi la
> negligenza è del postino finale.

Mah... Non so, anche perché ieri mi han consegnato le riviste di inizio agosto.
Secondo me non parte nulla dal centro di distribuzione. (come è successo per
una recente raccomandata che è stata ferma 4 giorni lavorativi lì)
Ragnarok 29 Ago 2017 11:21
Il 29/08/2017 09:53, Luca85 ha scritto:

> Quel che volevo capire è... Cosa succede ora? Alle Poste arriva una qualche
sanzione? Le violazioni degli standard di qualità cosa comportano loro?

Fanno il *****iatone al responsabile dell'ufficio di distribuzione che,
se ha organizzato male i turni se lo tiene, altrimenti lo farà ai postini.
Se è una cosa limitata ad agosto più di tanto non fanno, se è una cosa
ripetuta nel tempo e segnalata da molti fanno indagini più approfondite,
magaricon l'aiuto delle forze dell'ordine, e applicano le sanzioni
disciplinari.



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
marmellata23 29 Ago 2017 11:57
On Tue, 29 Aug 2017 00:53:49 -0700 (PDT)
Luca85 <l.pres8@gmail.com> wrote:

> Ho fatto formale reclamo tramite l'apposito modulo predisposto da
> poste italiane. Come l'avevo già fatto quando a novembre 2016 avevano
> interrotto il servizio per un mesetto.

Voglio raccontarvi la mia disav*****a con Poste Italiane e un reclamo
da me proposto anche se riguarda una tematica forse piu' adatta al
newsgroup sul fisco. In Giugno 2016 per un errore di digitazione
dell'impiegata postale al pagamento dell'F24 per Unico 2016
l'Addizionale Comunale viene inserita con codice tributo errato e cioe'
quello della Tari. In Giugno 2017 mi arriva lettera dell'Agenzia
dell'entrate con annesso F24 per pagamento del tributo "omesso" piu'
modesta sanzione. Il mio commercialista deve muoversi per scoprire
l'arcano del codice tributo errato per errore di digitazione e mi dice
di pagare imposta piu' sanzione salvo cercare di recuperare la somma
per altre vie. Spedisco Fax al mio Comune e Reclamo sempre per Fax a
Poste Italiane. Il mio comune effettivamente trova la somma a credito
relativa al 2015 e mi propone di compensare sull'ultima rata della Tari
2017. Avrei anche rinunciato a recuperare la sanzione senonche' a fine
agosto con lettera che sembra retrodatata (Poste ha 45 gg di tempo per
rispondere sui reclami) mi rispondono anche dalle Poste sul mio
Reclamo: hanno annullato l'F24 del Giugno 2016 con codice tributo
sbagliato e proposto nuovo F24 con data contabile Luglio 2017
consigliandomi di chiedere rimborso all'Agenzia delle entrate per l'F24
con tributo e sanzione che ho dovuto pagare a Giugno 2017. Intanto va a
monte la possibilita' di recuperare parte della somma con il mio Comune:
paghero' l'ultima rata della Tari 2017 come inizialmente previsto e non
so se perdere una mattinata per contattare l'impiegata e spiegare cosa
e' successo. Poi dovro' mandare nuovamente il mio commercialista
all'Agenzia delle entrate per vedere di recuperare i miei soldi che ho
dovuto pagare in piu' a Giugno di quest'anno. Rifletto come Lucio
Battisti: "...quante cose nascono da una distrazione...".

--
marmellata23 <no_spam@yahoo.it>
Roberto Deboni DMIsr 29 Ago 2017 16:53
On 29/08/17 09:53, Luca85 wrote:
> In agosto non mi è arrivata la posta per un mese. Sono abbonato a
> dei settim*****i quindi me ne accorgo bene.
>
> Ho fatto formale reclamo tramite l'apposito modulo predisposto da
> poste italiane. Come l'avevo già fatto quando a novembre 2016
> avevano interrotto il servizio per un mesetto.
>
> Quel che volevo capire è... Cosa succede ora?

Nulla: il cosidetto "modulo di reclamo" non e' altro che un controllo
qualita' interno per Poste Italiane. Serve a loro ad individuare
aree problematiche.

> Alle Poste arriva una qualche sanzione?

Per omessa spedizione di settim*****i ?
Dietro reclamo del destinatario ?
Ma neanche per sogno :-)

Articolo 31 - Diritti del mittente
Il mittente resta proprietario dell'invio sino al momento
della consegna. Prima della consegna egli ha diritto di chiedere la
restituzione dell'invio o la modifica della destinazione o del
destinatario, previo pagamento di un prezzo aggiuntivo.

Lei vede scritto "destinatario" da qualche parte ?

> Le violazioni degli standard di qualità cosa comportano loro?

Mahh, se vuole puo' provare qui:

https://www.agcom.it/

ma in ogni caso il mittente che presenta reclami a Poste Italiane
e' solo un ingenuo (e non ha capito molto del significato di
"rapporto contrattuale").

Ed ora una considerazione su cosa e' il "libero mercato" e di come
"inceppate" il funzionamento dello stesso con logiche come la sua.

Se invece di protestare (inutilmente) contro Poste Italiane,
andaste a protestare direttamente contro la vostra *vera*
contropparte contrattuale, ovvero il mittente, ottenete i
seguenti vantaggi:

a) il mittente ha una situazione piu' chiara di come funziona il
servizio a cui si e' affidato ed eventualmente puo' prendere
provvedimenti e/o ottenere risarcimenti del caso

b) se un certo numero di mittenti abbandona il servizio di
Poste Italiane, puo' anche essere che la dirigenza di Poste
Italiane passi a metodi piu' incisive per trovare ed eliminare
le "mele marce"

c) e' piu' facile che ottenete un miglioramento del servizio
perche' il mittente va ad agire dove a Poste Italiana fa piu'
male: notare che il mittente puo' anche optare scelte
particolari "per zone", ovvero dove la distribuzione di Poste
Italiane fa acqua, rivolgersi alla concorrenza, e restare
su Poste Italiane sul resto del territorio italiano. Queste
"differenze" aiutano ancora piu' efficacemente i dirigenti di
Poste Italiane a individuare personaggi problematici, con
anche appello alle forze dell'ordine


A chi invece, per una mentalita' di fondo di natura fascistoide
(il concetto dello Stato che provvede a "servizi particolari"
come se fossero "esclusivi" dello Stato) e non vuole alimentare
la tentazione dei mittenti ad abbandonare Poste Italiane e
quindi si guardera' bene dall'avvisare i mittenti, sperando e
tentando di sollecitare direttamente Poste Italiane a
"comportarsi meglio", non resta che lo scorno di una vita da
"suddito".
Hans 1 Set 2017 04:14
Roberto Deboni DMIsr <news@*****isienergie.it> wrote in
news:e4KdnR7CLZ5e4jjEnZ2dnUU78cnNnZ2d@giganews.com:

> non resta che lo scorno di una vita da
> "suddito".
>

Prolisso, comprendo perche', ma corretto! Concordo.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La tutela del consumatore | Tutti i gruppi | it.discussioni.consumatori.tutela | Notizie e discussioni consumatori | Consumatori Mobile | Servizio di consultazione news.