La tutela del consumatore
 

La coppia che non voleva tagliare il cordo=?UTF-8?B?bmUgb21iZWxpY2FsZSBub24gZmlybWEgbO*****WF0dG8gZGkgbmFzY2l0YSBkZWwg?= figlio

=Catrame= 5 Ott 2017 18:47
Un’altra clamorosa iniziativa della coppia di Udine che, qualche giorno
fa, si rifiutò di tagliare il cordone ombelicale del proprio bambino
(aderendo alla pratica del cosiddetto Lotus Birth). Questa volta padre
e madre del neonato non hanno voluto firmare l’atto di nascita.
Un’azione che potrebbe avere anche risvolti nel penale. Il gesto si
configura come la seconda protesta della famiglia nei confronti di
prassi che normalmente vengono effettuate quando nasce un bambino.

Questa volta, però, almeno la salute del piccolo non viene compromessa.
Tuttavia, rifiutarsi di firmare l’atto di nascita di un bambino
rappresenta ugualmente una irregolarità. La denuncia è partita
dall’ufficio anagrafe del comune di residenza della famiglia: al suo
sportello è arrivata infatti soltanto una sorta di autocertificazione
presentata dai genitori e redatta autonomamente. Non sufficiente,
tuttavia, per registrare regolarmente il bambino nell’elenco dei nuovi
nati.

Una situazione paradossale, su cui è intervenuto il procuratore Antonio
De Nicolo – lo stesso che aveva indagato sulla vicenda del mancato
taglio del cordone ombelicale – che ha annunciato che la Procura agirà
secondo quanto previsto per legge.

COPPIA ATTO NASCITA, L’IPOTESI SUL RIFIUTO

Non sono ancora chiare le motivazioni che hanno spinto la coppia a non
compilare e firmare l’atto di nascita. Ma ultimamente si sta
diffondendo questa tendenza – alimentata dalle tante fake news che
circolano in rete – tra le giovani famiglie. Secondo una teoria
complottista, firmando l’atto di nascita, il bambino diventerebbe
proprietà di un fantomatico Stato Corporation Italia e si accollerebbe
parte del debito pubblico prodotto dallo Stato italiano. Può sembrare
strano, ma c’è davvero chi ci crede.

--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
Bob Torello 5 Ott 2017 19:00
=Catrame= <catrame@gmail.com> ha scritto:
> . Può sembrare
> strano, ma c?è davvero chi ci crede.
>
Si, come i terrapiattisti.
Sono *****ate che si inventano gli ufficialisti per denigrare ogni
dissenso.
Ormai li conosciamo bene STI BUFFONI
--
Intorno al 1963 in Italia si verificò un evento inaspettato.
Nasceva e cominciava ad ascendere il ******* di sinistra
[Sciascia]
Negli anni 2000 esplose come pandemia psicosociale [Bob]


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
=Catrame= 5 Ott 2017 19:20
Addì 05/10/2017 , su it.discussioni.consumatori.tutela -
it.discussioni.misteri,it.discussioni.consumatori.tutela , l'utente
*Bob Torello* ( rb1997it@yahoo.it ) ha scritto :

> =Catrame= <catrame@gmail.com> ha scritto:
>> . Può sembrare
>> strano, ma c?è davvero chi ci crede.
>>
> Si, come i terrapiattisti.
> Sono *****ate che si inventano gli ufficialisti per denigrare ogni
> dissenso.
> Ormai li conosciamo bene STI BUFFONI

a rosikkiare peró non ti battono né gli "ufficialisti" né i ciarlatani

--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
RollerPedro 5 Ott 2017 21:29
Il giorno giovedì 5 ottobre 2017 18:47:35 UTC+2, =Catrame= ha scritto:
> Un’altra clamorosa iniziativa della coppia di Udine che, qualche giorno
> fa, si rifiutò di tagliare il cordone ombelicale del proprio bambino
> (aderendo alla pratica del cosiddetto Lotus Birth). Questa volta padre
> e madre del neonato non hanno voluto firmare l’atto di nascita.
> Un’azione che potrebbe avere anche risvolti nel penale. Il gesto si
> configura come la seconda protesta della famiglia nei confronti di
> prassi che normalmente vengono effettuate quando nasce un bambino.
>
> Questa volta, però, almeno la salute del piccolo non viene compromessa.
> Tuttavia, rifiutarsi di firmare l’atto di nascita di un bambino
> rappresenta ugualmente una irregolarità. La denuncia è partita
> dall’ufficio anagrafe del comune di residenza della famiglia: al suo
> sportello è arrivata infatti soltanto una sorta di autocertificazione
> presentata dai genitori e redatta autonomamente. Non sufficiente,
> tuttavia, per registrare regolarmente il bambino nell’elenco dei nuovi
> nati.
>
> Una situazione paradossale, su cui è intervenuto il procuratore Antonio
> De Nicolo – lo stesso che aveva indagato sulla vicenda del mancato
> taglio del cordone ombelicale – che ha annunciato che la Procura agirà
> secondo quanto previsto per legge.
>
> COPPIA ATTO NASCITA, L’IPOTESI SUL RIFIUTO
>
> Non sono ancora chiare le motivazioni che hanno spinto la coppia a non
> compilare e firmare l’atto di nascita. Ma ultimamente si sta
> diffondendo questa tendenza – alimentata dalle tante fake news che
> circolano in rete – tra le giovani famiglie. Secondo una teoria
> complottista, firmando l’atto di nascita, il bambino diventerebbe
> proprietà di un fantomatico Stato Corporation Italia e si accollerebbe
> parte del debito pubblico prodotto dallo Stato italiano. Può sembrare
> strano, ma c’è davvero chi ci crede.
>
> --
> Tra il rosso ed il nero,
> vince sempre lo zero.

Avevo letto ieri al bar (sono di Udine) di sta cosa, anche i tizi che non
vogliono pagare tasse, multe e bollett dichiarandosi "eterna essenza", un altro
sempre eterna essenza (hahahaha) voleva che la banca gli desse un prestito per
la macchina che lui avrebbe ripagato con soldi da lui coniati hahahah.
Dicevano che ste cose stanno aumentando in questo periodo jn regione FVG
doppio..massimo 6 Ott 2017 00:02
=Catrame= wrote:

> Non sono ancora chiare le motivazioni che hanno spinto la coppia a non
> compilare e firmare l’atto di nascita. Ma ultimamente si sta
> diffondendo questa tendenza – alimentata dalle tante fake news che
> circolano in rete – tra le giovani famiglie. Secondo una teoria
> complottista, firmando l’atto di nascita, il bambino diventerebbe
> proprietà di un fantomatico Stato Corporation Italia e si accollerebbe
> parte del debito pubblico prodotto dallo Stato italiano. Può sembrare
> strano, ma c’è davvero chi ci crede.

prima o poi faranno qualche *****ata seria ma non potranno piu' nemmeno
concorrere al Darwin Award


--
Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare

B. Blutarski
ilChierico 8 Ott 2017 11:51
On 05/10/2017 18:47, =Catrame= wrote:

> Non sono ancora chiare le motivazioni che hanno spinto la coppia a non
> compilare e firmare l’atto di nascita. Ma ultimamente si sta diffondendo
> questa tendenza – alimentata dalle tante fake news che circolano in rete
> – tra le giovani famiglie. Secondo una teoria complottista, firmando
> l’atto di nascita, il bambino diventerebbe proprietà di un fantomatico
> Stato Corporation Italia e si accollerebbe parte del debito pubblico
> prodotto dallo Stato italiano. Può sembrare strano, ma c’è davvero chi
> ci crede.

Tutti i cittadini italiani che abbiano a cuore se stessi sanno o
dovrebbero sapere che IRL il loro corpo e' in effetti proprieta' dello
stato.

Sul debito pubblico non mi pronuncio visto che Catrame si vanta di aver
vissuto piu' di qualunque altro utente: evidentemente una rinfrescatina
ogni tanto ci vuole anche per te, caro Catrame.

Personalmente ho in pancia abbastanza titoli del debito pubblico per
andare a cagare tutte le mattine, fai come me, la funzione escretoria
almeno e' assicurata ;-D

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La tutela del consumatore | Tutti i gruppi | it.discussioni.consumatori.tutela | Notizie e discussioni consumatori | Consumatori Mobile | Servizio di consultazione news.